PALERMO – “Festa del consumo critico” a cura dell’Associazione AddioPizzo

IMG-20150530-WA0029

È giunta alla sua decima edizione la Festa del consumo critico promossa da Addio Pizzo. Alle 9.00 di venerdì 29 maggio il via alla manifestazione con il consueto corteo di studenti. La grande novità di quest’anno è stata la presenza assieme ai giovani di tantissimi commercianti e imprenditori che in questi anni hanno trovato la forza e il coraggio di denunciare. Il corteo, che è partito da piazza Verdi e si è snodato per le vie del centro storico, è giunto sino a piazza Magione.

Numerose iniziative si sono susseguite durante l’arco della prima giornata, che si è conclusa alle 21,30 nel Cortile dello Spasimo con “Prove tecniche  di furto di cuore e abuso di sorriso” – lo spettacolo  che vede protagonisti la Iena Pif, autore di “La mafia uccide solo d’estate” e il giornalista Lirio Abbate. La legalità è stata al centro del dibattito, che si è svolto sempre giorno 29 maggio alle ore 18.00 al teatro Garibaldi, dal titolo “Palermo allo specchio – La battaglia per lo spazio pubblico e il futuro della città”, nel corso del quale si sono susseguiti gli interventi del sindaco Leoluca Orlando, del direttore del centro Impastato Umberto Santino e  del giornalista Enrico Del Mercato.

In fiera, inoltre, anche il commissario nazionale antiracket Santi Giuffrè, il prefetto di Palermo Francesca Cannizzo, il questore di Palermo Guido Nicolò Longo ed il procuratore capo della DDA di Palermo Francesco Lo Voi, che hanno visitato lo stand della FAI – Federazione delle Associazioni antiracket e Antiusura. Ad accoglierli, insieme al Presidente della FAI Pippo Scandurra, tanti imprenditori antiracket impegnati da 25 anni insieme alla FAI a combattere contro il fenomeno estorsivo tra cui il Presidente FAI Sant’Agata Pippo Foti.

In 25 anni di attività –ha spiegato Scandurra – abbiamo attraversato momenti difficili, ma siamo andati sempre avanti perché non potevamo abbandonare le vittime d’estorsione e d’usura.”  “Essere qui oggi, insieme ai ragazzi di Addio Pizzo, è segno che la nostra battaglia prosegue ed arricchisce di nuovi successi il nostro percorso. La pratica del Consumo Critico è un potente strumento per indebolire la criminalità organizzata e consentire, oltre che agli imprenditori e commercianti, soprattutto ai consumatori responsabili di contribuire a sconfiggere le piega del racket e dell’usura”, conclude Scandurra.

Annunci

Pubblicato il 31 maggio 2015 su Senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: